CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

PROF. FANNI: E’ come quando brucia il metano nei fornelli, solo che nel tuo corpo cosa bruci?

PERUGINO: Pastasciutta?


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
Cancellare il divario tra ricchi e poveri
Anna Zhu | Politica | 19 agosto 2010 alle 16:42:58

Nella storia umana è sempre esistita la rivalità tra ricchi e poveri, che ancora oggi, a distanza di secoli, continua.I ricchi si sono sempre ritenuti superiori ai poveri e hanno sempre cercato di trarre un profitto da loro. Si può dire che i ricchi sono riusciti nel loro intento. Oggi il cibo sta diventando il nuovo petrolio, su cui le multinazionali investono con guadagno assicurato a spese dei poveri, che non possiedono più neppure la loro terra. I terreni agricoli stanno diminuendo a causa dei cambiamenti climatici, del degrado del suolo, dell’urbanizzazione e della carenza d’acqua, ma è sulla terra dei poveri, cioè nei paesi sottosviluppati, che si produce la maggiore quantità di cibo in tutto il mondo, che è sempre più popolato.Gli Stati ricchi non soffrono la fame, mentre quelli poveri sono costretti ad esportare cibo anche con la carestia all’interno dei propri confini. Per esempio, in Africa, gli Stati sono costretti ad offrire prezzi molto bassi per accaparrarsi gli investitori, nonostante la grande povertà, ma una volta sfruttate ed impoverite le terre gli investitori si trasferiscono altrove.I poveri, infatti, vengono sempre ostacolati dai ricchi. Oggi le grandi multinazionali stanno sostituendo i piccoli contadini, a cui rendono la vita difficile: i più poveri vivono grazie alla loro attività di piccoli contadini e l’acquisto di grandi estensioni può causare disastri, perché per esempio in Africa oltre il 50% della popolazione è costituita da piccoli contadini.Nelle aree ricche del mondo, non hanno mai sofferto la fame, anche in presenza di una crisi alimentare, ma oltre un sesto dell’umanità vive nella fame. Eppure il mondo ricco produce una immensa quantità di sprechi. Per esempio solo in Italia ogni anno vengono scaricate 240 tonnellate di alimenti ancora commestibili, mentre nel resto del mondo c’è un morto di fame ogni tre secondi.I ricchi degli Stati economicamente sviluppati hanno sempre ridotto in schiavitù i poveri, ma oggi nel mondo ci sono più schiavi di quanti ve ne siano ma stati: 27 milioni. L’India è il paese con più schiavi nel mondo. Essi sono costretti a lavorare gratis e vengono trattenuti con violenze e minacce.“I ricchi dei paesi ricchi“ hanno tutti i mezzi per cambiare questa situazione, però non fanno niente per aiutare i poveri, me soprattutto non fanno niente per salvare il nostro mondo. 

799 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena