CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

PROF. FANNI: In questa classe se non mi forniste dell’umorismo dovrei mettermi a piangere...


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
L'incubo dei matrimoni forzati
Marta Messeri | Diritti | 25 novembre 2010 alle 19:40:49

Sentirsi traditi è un' emozione che strazia il cuore; ma sentirsi traditi dai proprio genitori dà un dolore inimmaginabile. I giovani immigrati dell'Asia e dell'Africa cresciuti in Occidente, sono vittime di questo dolore quando scoprono che la vacanza nella loro terra d'origine non è altro che un inganno dei genitori per venderli.
“Al normale scarto generazionale tra padre e figlia si aggiunge quello culturale tra uomini conservatori e giovani donne che studiano, crescono nella società italiana; rifiutano il modello materno di obbedienza cieca” è così che spiega la situazione Souad Sbai, parlamentare del Pdl . A questo vuoto, si aggiungono ulteriori violenze fisiche per piegare le figlie ribelli (o per meglio dire emancipate) alla volontà ferrea del padre spesso realmente convinto di agire per il bene della propria figlia e per difendere la tradizione del proprio paese. Le ragazze non possono contare sull'aiuto della madre, dei fratelli o delle sorelle, perché tutti i membri della famiglia temono il padre e si sottomettono al suo volere. Tale incubo si abbatte anche sui ragazzi, che, se sospettati di omosessualità o bisessualità vengono torturati, emarginati o sono costretti a sposarsi, per salvare le apparenze. Per questi giovani non c'è scampo: se provano a ribellarsi, vengono puniti. Se si sottomettono , spesso arrivano al suicidio a causa del dolore e della vergogna. E se chiedono aiuto?
In Italia non esistono associazioni che si occupano dei matrimoni forzati. Le ragazze che sanno o che capiscono prima di partire, che stanno andando a conoscere il loro futuro sposo, si nascondono e, a volte, fuggono in Francia, dove possono affidarsi alla “Ni Putes Ni Soumises” o alla “Femmes relais”. E' assolutamente necessario creare un'associazione anche in Italia per far si che le ragazze cresciute qui possano trovare conforto e salvezza da un destino terribile. Se ciò avvenisse, comporterebbe un grande passo avanti sulla strada dell'integrazione. Le giovani coinvolte sono, infatti, “praticamente italiane”. Se riuscissimo ad aiutare loro, in seguito sarebbe più facile rapportarsi con gli stranieri che vivono al nostro fianco, poiché saremmo guidati dai consigli e dal dialogo instaurato con le nuove giovani italiane.
Aiutare il prossimo, specialmente in casi come questo, è il compito di ogni buon cittadino. Non sarebbe quindi il caso di cominciare a comportarsi come tale? 

696 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena