CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

MANTERO: Prof, ci siamo avvicinati al risultato?

PROF. FANNI: Sì, ora puoi spostarti...


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
Umiltà
Riflessioni su etica e potere
Luca Demetrio | Società e Costume | 30 gennaio 2011 alle 14:11:04

Che cos’è l’umiltà?

“Il termine "umiltà" è derivato dalla parola latina "humilis", che è tradotta non solo come umile ma anche alternativamente come "basso", o "dalla terra". L’umiltà non va confusa con l’umiliazione, che è l’atto con il quale qualcuno viene indotto a vergognarsi, e non ha nessuna attinenza con la presente voce.”

Questo è il significato della parola, tratto da Wikipedia, ma non voglio soffermarmi su etimologia e semantica, solo una cosa mi preme puntualizzare: un po’ di umiltà in più non farebbe male.

Le persone “importanti” (anzi meglio le persone che si credono importanti) dovrebbero abbassare un poco la cresta. Ma andiamo nello specifico.

Ora, finalmente abbiamo i nuovi rappresentanti di istituto: c’è chi ci crede davvero (pochissima gente, ma sono felicissimo lo stesso) e chi vuole andare a scaldare la sedia per farsi vedere (e soprattutto farsi ammirare: vedi  “lista spasimanti” che barcolla dietro questi tizi).

Fino a qui nulla di nuovo; nulla da dire neppure sulla la competizione tra liste, ci sta, va bene, sono d’accordo.

Sfottere gli altri rappresentanti (nemmeno faccia a faccia, sia ben chiaro, troppa fatica) per il numero di voti, invece, lo trovo discutibile.

Umiltà.

Quando hai raggiunto il “potere” devi ricordarti dei tuoi sostenitori. Se prometti qualcosa, devi dare, e chissà se la superbia di molti può portare al cambiamento della scuola, alle gite tanto agognate o a tutto il resto ipotizzato nelle liste d’istituto … Magari con la tua superbia puoi anche prepararci il caffè, non mi interessa.

Umiltà, questa sconosciuta.

Non penso mi metterei mai a girare per le assemblee, interrompendo i discorsi degli altri e urlando frasi senza senso per far votare la mia lista; non mi sentirei, comunque, superiore agli altri solo perché faccio parte di un gruppo di ragazzi “scelti” per cambiare il liceo; e, soprattutto, non andrei in giro a bruciare o staccare volantini altrui e ,infine, non avrei sul viso il sorriso beffardo di chi trasmette  il solito messaggio: “io sono importante tu no”. L’ho dovuto sopportare troppe volte.

Altro discorso è sentirsi contento e soddisfatto del proprio programma, ma non più di tanto.

Se fossimo tutti un po’ più umili sono sicuro andrebbe tutto meglio: dibattiti seri e non simili a quelli di “Uomini e Donne”, si potrebbe esprimere il proprio parere senza qualcuno che ti dica che è sbagliato a priori, i rapporti tra studenti sarebbero più sereni e molto altro ancora.

Siamo tutti quanti sullo stesso piano, non scordiamocelo. Le mie idee valgono come le tue e viceversa. Un po’ meno boria farebbe davvero bene non solo alla comunità, ma anche agli individui stessi.

Ed è dall’umiltà che si riconoscono le persone veramente “grandi”.

764 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena