CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

(Si sta leggendo una poesia di Petrarca, una canzone dedicata a Laura...)

BELLINO: A cosa servono le parentesi in questa poesia?

D’ANTONA: Ad evidenziare le forme di Laura!

PROF. D’AMICO: Siamo proprio arrivati alla fame...


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
Protettori e preti peccatori
Erika Zanetti | Attualità | 07 novembre 2011 alle 13:23:01

Non è la prima volta che sentiamo parlare di stupri sui bambini tra le mura di strutture ecclesiastiche e, purtroppo, non sarà l’ultima. Se questo argomento è tanto trattato pubblicamente e tutti ne sono a conoscenza è solo perché la famiglia  consapevole dell’accaduto, sporge denuncia, o perché in qualche modo le informazioni arrivano alle orecchie dei giornalisti.

Infatti, nonostante la pedofilia sia un reato grave, tante volte la Chiesa cerca di censurare le notizie in proposito. Un esempio è il nostro attuale papa, Benedetto XVI, che qualche anno fa, da cardinale, interveniva  contro i media americani che “osavano” diffondere questo tipo di notizie che “turbavano” i fedeli e screditavano la Chiesa cattolica e i principi su cui si fonda.

Sconcertanti  le affermazioni di  papa Ratzinger  secondo cui la percentuale dei preti che hanno praticato pedofilia non è superiore a quella della popolazione generale (il che è tutto da dimostrare): ciò potrebbe indurci a pensare che sia “ovvio” che esistano dei preti pedofili! In teoria fare il prete dovrebbe porre un freno morale a queste tendenze...o forse NO!

Sembra che il Papa voglia creare  degli alibi per i reati commessi dai suoi “minori”!

Peccato che  sia il tentativo stesso di nascondere queste azioni crudeli a disonorare ulteriormente la religione con le sue regole e tutto il Clero. Ovviamente per la maggior parte degli ecclesiastici è più importante apparire “giusto” agli occhi dei fedeli che esserlo concretamente: per salvaguardare l’immagine dell’istituzione che rappresentano, proteggono dei criminali dalla legge terrena, diventando loro complici.

Se pensiamo alla veemenza con cui la Chiesa si scaglia contro l’uso del preservativo, proibito in quanto, secondo la morale cattolica, il sesso non è fine a se stesso ma è un mezzo per procreare e il rapporto sessuale si può consumare solo dopo il matrimonio … c’e da toccarsi!

La violenza su un bambino, a maggior ragione compiuta da un ecclesiastico, dovrebbe essere ulteriormente punita dalla Chiesa, che sembra sempre esemplare nello scomunicare i fedeli che trasgrediscono i dogmi su cui è fondata. Mi salta in mente la storia letta su un quotidiano qualche anno fa, di una bambina brasiliana che, rimasta incinta dopo un abuso sessuale, viene scomunicata per aver abortito salvandosi la vita. Come si può scomunicare una bambina che abortisce perché non può sopravvivere al parto e non punire, bensì tutelare un membro del Clero che stupra un bambino.

Non ci sarà mai una fine a queste crudeltà ed a confermarlo è il fatto che il pedofilo, persona con gravi problemi e pericoloso per le persone più vulnerabili (come i bambini), a causa della complicità offerta dalla Chiesa, non viene curato ed aiutato da psicologi o psichiatri, continuando a mettere a rischio chi frequenta luoghi religiosi.

Per fortuna, non se ne stanno tutti inermi e impauriti e le voci addolorate dei genitori delle vittime di stupri, di fronte a questa omertà inizia a gridare giustizia…

525 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena