CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

(La professoressa Carrieri non ne può più del rumore...)

PROF. CARRIERI: E se fate caos me ne IMPIPPO delle vostre giustificazioni e vi chiamo lo stesso!


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
Basta poco e "la pallottola va giù"
Erika Zanetti | Animali | 07 novembre 2011 alle 13:24:23

In Svizzera è presente una legge che permette a chiunque di abbattere i gatti in strada. La maggior parte delle volte sono persone che detengono il porto d’armi a sfoderare la pistola o il fucile contro queste povere bestiole. La legge, vigente da tempo,  è solo un grosso manifesto dell’irrazionalità e della crudeltà dell’uomo.

I gatti randagi,  molto numerosi in Svizzera, vengono ritenuti colpevoli di portare malattie ai gatti domestici e di mettere in pericolo uccelli, lepri e rettili. Secondo il governo l’unica soluzione è ucciderli.

Premesso che gatto domestico e gatto randagio non sono due specie differenti,  non è sempre possibile distinguerli dall’esterno in quanto microchip e collarini non sono sempre ben visibili. Il gatto domestico, quindi, che sembrerebbe essere protetto dai contatti con gatti randagi e malati grazie a questa legge, in realtà è solo messo ulteriormente in pericolo: così facendo non è solo minacciato dalle malattie ma anche dall’uomo, che non riconoscendo la bestiola lo atterra con un colpo di pistola, con una bastonata o investendolo.

Bisogna anche sottolineare quanto sia contraddittoria questa legge: lo scopo del governo è proteggere i gatti domestici e altre bestioline, ma per farlo bisogna sopprimere altri esseri viventi. Un animale vale l’altro: randagio o domestico, non si può ucciderne uno per salvare un altro dalla presunta contaminazione.

Tali crudeltà potrebbero anche coinvolgere per errore  un essere umano: usare il fucile in strada non può essere prudente. Un qualsiasi imprevisto potrebbe dirigere la pallottola contro un passante!

C’è anche da dire che moralmente, è un atto orribile: come si può uccidere dei gattini in mezzo alla strada? A prescindere dalla motivazione è un gesto crudele.

Tante volte, infatti, queste povere creature rimangono solo ferite gravemente e vagano sanguinanti per la città aspettando di morire: nessuno, essere umano o animale, si merita questa sorte.

Nonostante una soluzione più prudente e umana a questo problema esista,  il governo svizzero non vuole adottarla: sterilizzazione e castrazione pretendono un impegno economico e catturare i gatti richiede tempo e fatica.

È più facile uccidere.

1035 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena