CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

PIVARI: Palermo, hai mangiato polenta e osei?

PALERMO: No, no, non mangio polenta Osei, prendo un’altra marca...


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
Addio vecchio sport!
Enrico Vena | Sport | 01 dicembre 2011 alle 18:48:05

Il doping, purtroppo, è un problema che riguarda ormai tutte le discipline sportive nessuna esclusa. Ma cosa vuol dire doparsi?

 Significa fare uso di sostanze medicinali o stupefacenti al fine di aumentare le prestazioni fisico-mentali dell’atleta. Quest’atto illecito però sta deteriorando lentamente la vera natura dello sport il quale è semplicemente un gioco in cui lo scopo non è vincere, ma partecipare, mettendoci tutta la grinta possibile.

Con lo sviluppo di questo fenomeno si può capire che molti degli atleti gareggiano solo con il fine di primeggiare; per loro il 2° posto è non è ammissibile e perciò si imbottiscono di pastiglie.

  Come in ogni caso di assunzione prolungata di droghe, il corpo ne risente enormemente, tanto che alcuni organi diminuiscono la loro efficienza, si rischia di entrare in coma e nei peggiori dei casi sopraggiunge la morte. Ciò che sconcerta, è che molti di questi atleti non sanno cosa comportano queste sostanze, si fidano del proprio medico che le procura e le somministra. A lungo andare poi, gli stessi gareggiatori lo vendono agli amici e ai compagni di squadra “credendo” di fare del bene. Successivamente, quello che spinge lo sportivo a continuare con questo procedimento, sono la convinzione che tutti i rivali facciano comunque uso di dopanti, l’insoddisfacente rendimento sportivo e la dipendenza psicologica.

  Il Comitato Olimpico Internazionale, per far fronte a questo grave problema, ha istituito il W.A.D.A.(World Anti-Doping Agency). Codesto centro è stato fondato in Svizzera nel 1999. Esso aiuta le federazioni sportive di tutto il mondo, a migliorare i test anti-doping, l’educazione e la ricerca contro questo fenomeno. Se un ginnasta risulta positivo ai test, incorre in una squalifica che può anche durare, in certi casi,per tutta la vita. Inoltre, è punibile dal punto di vista penale per frode sportiva, sia lui, sia il medico che ha prescritto e somministrato, sia chi fa commercio delle sostanze. Devo dire dopotutto, che in campo ciclistico è stato introdotto il passaporto biologico che raccoglie tutti gli esiti dei test fatti.

  In conclusione, invece di usare dopanti, si dovrebbe sviluppare l’autoefficacia: ovvero la convinzione della propria capacità di fare una determinata cosa. Ė completamente una questione di testa e per molte ricerche scientifiche, questo metodo sarebbe eccellente. Secondo altri studi, esso diviene più forte ogni volta che la persona rimane convinta delle proprie capacità anche dopo una sconfitta o insuccesso. In sostanza, basta credere intensamente in quello che si fa e tutto sarà raggiungibile, come diceva il grande maestro Yoda.

365 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena