CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

(Lezione di tecnologia...)

PROF. LA SPESA: Avete il libro?

PIZZUTO: Io forse a casa...

PROF. LA SPESA: Tu vedi di averlo, perchè se tu FORSE non ce l’hai, tu SICURAMENTE finisci male...


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
Bisogna essere pazzi per essere geniali?
Eleonora Poggi | Società e Costume | 19 gennaio 2012 alle 18:52:47

La storia è caratterizzata da un gran numero di talenti in campo musicale, artistico, scientifico e letterario, alcuni però sono considerati dei veri e propri geni. Spesso questi uomini, accanto all'aggettivo "geniale", trovano il termine "pazzia". Bisogna essere pazzi per essere geniali?

Uno di questi grandi geni è Vincent Van Gogh: produsse un totale di 864 tele e più di 1000 disegni. Van Gogh soffriva di epilessia, oggi si ritiene fosse psicosi, aveva attacchi di panico ed allucinazioni a cui reagiva con atti di violenza e tentativi di suicidio. La vita di Van Gogh fu sempre segnata da episodi violenti: il padre morì d'infarto dopo un duro alterco con lui, davanti al rifiuto di una donna si bruciò volontariamente una mano. Questi sono solo alcuni degli eventi cbe caratterizzarono la vita di Van Gogh. Il pittore aveva un carattere generoso, ma anche imprevedibile e collerico che gli impediva di mantenere durevoli rapporti d'amicizia: quando cominciarono i disaccordi con il suo amico Gauguin, Van Gogh diventò violento, al punto da tagliarsi metà dell'orecchio sinistro. L' artista tentò più volte il suicidio, infine si uccise con un colpo di pistola al petto.

Brian Douglas Wilson è un bassista e cantante statunitense che ha profondamente influenzato la musica pop|rock degli ultimi quarant'anni. La cancellazione di "SMILE" distrusse psicologicamente Wilson che iniziò a ricoprire un ruolo sempre minore nella sua band, i Beach Boys, finchè non smise del tutto ed iniziò a fare uso di cocaina. Wilson passò i tre anni seguenti nella sua camera da letto dormendo, prendendo droghe ed ingozzandosi di cibo; a questo periodo sono legati molti episodi preoccupanti: scoppiava a piangere all'improvviso e senza motivo davanti al telefilm Flipper, mangiava solo cocktail di gamberi e bistecche al sangue, fece riempire una stanza della sua villa di sabbia sostenendo che, mentre componeva, affondarvi i piedi gli dava l'ispirazione. Dopo un miglioramento dovuto ad uno psichiatra, Wilson ricadde nelle vecchie abitudini: prendeva grossi quantitativi di cocaina e di cibo, fu licenziato dalla sua band, tornò in terapia e migliorò fino ad un nuovo ricongiungimento con i Beach Boys, ma era sempre più dipendente a livello psicologico dal suo psichiatra.

Ernesr Miller Hemingway era uno scrittore e giornalista statunitense che soffriva di crisi maniaco-depressive. Dopo aver completato il manoscritto di "The Dangerous Summer" i segni di squilibrio mentale diventarono sempre più evidenti. Le crisi maniaco-depressive gli causavano grandi vuoti di memoria ed atteggiamenti pranoici che lo portavano a sospettare di tutti. Quando uscì il libro Hemingway lo considerò un enorme insuccesso e se ne vergognò, gli amici spagnoli, preoccupati del suo atteggiamento, lo rimandarono a New York dove le sue condizioni peggiorarono fino a portarlo alla convinzione ossessiva di essere circondato da complotti. Le crisi portarono Hemingway a credere di essere perseguitato dall'FBI, divenne un'ossessione e alla fine si sparò alla tempia.

Van Gogh, Wilson e Hemingway erano indubbiamente pazzi ed indubbiamente geniali, ma non tutti i geni della storia avevano problemi psicologici così gravi: esistono diversi gradi di pazzia e diversi sono i modi in cui si manifesta. "Non esiste un grande genio senza una dose di follia." Aristotele.

927 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena