CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

GIORDANO: Mi permetto di dissentire da lei, prof!

PROF. MOZZONE: Va bene, parla, a patto che tu non abbia la dissenteria...


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
Recensione del libro: "La Schiava Bambina" .
Autrice: Diaryatou
Giorgia Bertolotto | Recensioni | 03 gennaio 2014 alle 16:39:54

Noi ragazzi ci preoccupiamo di prendere una sufficienza nel compito di matematica, di convincere i genitori a comprarci un motorino o un cellulare nuovo.

Diaryatou, invece, a 14 anni doveva preoccuparsi di soddisfare suo marito, in ogni senso.

I primi anni della sua vita li ha passati in un villaggio della Guinea con la nonna, in uno stato di estrema miseria e povertà, ma nonostante tutto era felice. Un giorno la nonna compie su di lei la terribile pratica dell’infibulazione.

Diaryatou accetta, non è consapevole di cosa le stia accadendo, ma nonostante il forte dolore fisico lei lo accetta sentendosi quasi meritevole di quel dolore, come le accadrà per tutta la vita.

Dopo un breve soggiorno nella casa di famiglia con i genitori, le altre mogli del padre e i molti fratelli, alla soglia dell'adolescenza Diaryatou viene data in sposa a un uomo di trent'anni più vecchio di lei. Dopo il matrimonio, avvenuto per altro in assenza del marito, verrà portata in Europa.

E proprio qui inizieranno su di lei una serie di abusi, di umiliazioni e di torture, fino a quando dopo anni di sofferenza, di gravidanze finite in tragedia, di dolore, un programma televisivo la convince a parlare, ad aprirsi, ad andarsene. La giovane donna, approfittando di un viaggio del marito, scappa per intraprendere un iter che, tra centri di accoglienza e di asilo politico, la riporterà lentamente a vivere.

“La schiava bambina” è un libro scritto in prima persona, al presente, con un linguaggio semplice e una sintassi lineare e con lo sguardo disincantato di chi ne ha passate tante nella vita, da non stupirsi più di niente, raccontando tutto come un qualcosa di lontano e ovattato.

Ed è sconvolgente pensare che tutto questo sia successo pochi anni fa, che continui a succedere. E' incredibile, mentre noi siamo tra i banchi di scuola, una bambina si sposa con un uomo adulto, che la priverà per sempre della felicità e dei suoi sogni.

473 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena