CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

(Lezione di storia della costruzione...)

D’ANTONA: Prof, pesa più un kg di vetro o uno di cemento?

PROF. xXx: sicuramente un kilo del tuo cervello peserà molto meno... Non dico altro perché poi arrivano le denunce...


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
L'informazione nell'era di Internet
Roberto Palermo | Tecnologia e Rete | 11 agosto 2010 alle 21:12:01

L’introduzione e la vasta diffusione di Internet hanno portato ad un enorme cambiamento nel modo di informare. Grazie alle sue caratteristiche, la Rete si differenzia in maniera sostanziale dai media tradizionali rendendo di fatto l’informazione più flessibile, interattiva ed accessibile. Ciò ha comportato importanti innovazioni nel modo stesso di vivere le notizie, spesso modificando le nostre abitudini.

Una delle principali novità introdotte dalla Rete è sicuramente l’interattività. Grazie ad essa qualunque utente può, oltre ad accedere ai contenuti desiderati, inserirne di nuovi. In questo modo nasce un’informazione di tipo “molti-molti”, che si differenzia da quella “uno-molti” alla quale ci hanno abituato Tv e giornali. Attraverso i blog, ma non solo, molti utenti comuni esprimono opinioni e pensieri oppure condividono dati e notizie o ancora inseriscono materiale da loro realizzato, come ad esempio video, foto o documenti. Grazie alla possibilità di commentare materiale pubblicato da altri viene stimolata la discussione tra utenti, lasciando la possibilità a chiunque di esprimere la propria opinione, senza censure. Ciò va a favore della libertà di opinione, portando così ad un’informazione più libera, capillare e, grazie alla varietà delle opinioni degli utenti, completa. Ne sono esempio i fatti avvenuti in Iran in seguito alle elezioni, censurati dalle TV iraniane ma la cui notizia è giunta in tutto il mondo documentata da video inseriti su YouTube.

Un altro esempio dell’importanza della Rete nell’informazione è il blog di Beppe Grillo che, solo attraverso Internet, è riuscito ad organizzare manifestazioni e iniziative con migliaia di partecipanti. Oppure il più recente No-B Day, che ha raccolto centinaia di migliaia di adesioni solo attraverso Facebook.

Oltre a contribuire con l’inserimento di notizie e opinioni, gli utenti possono inserire informazioni di vario tipo: un esempio è Wikipedia, un’enciclopedia di tipo collaborativo dove chiunque può inserire materiale e condividere le proprie conoscenze.

Aspetto negativo di tale “libertà” offerta dalla Rete è la possibilità di incontrare informazioni incomplete o inesatte. Ciò può accadere ma è vero però che con una ricerca più approfondita è possibile rendersi conto di quali dati siano esatti e quali no. In questo modo si è più critici verso le informazioni e ci si forma una propria opinione, cosa molto più coinvolgente e autonoma rispetto a limitarsi ad ascoltare notizie ed informazioni già “preconfezionate”.

Proprio questa ricerca delle informazioni rappresenta un’altra importante innovazione. Con i media tradizionali ci limitiamo infatti ci limitiamo a recepire cose cercate, analizzate ed approfondite da altri secondo il loro punto di vista e le loro scelte, con Internet invece siamo noi stessi che cerchiamo ciò che vogliamo, con il livello di approfondimento che desideriamo e seguendo il percorso che ci sembra più idoneo. Proprio grazie alla sua struttura a collegamenti ipertestuali, Internet risulta flessibile e permette di accedere in maniera facile alle informazioni volute, mettendoci a disposizione numerose risorse per la nostra ricerca.

Inoltre grazie alle nuove tecnologie è ormai possibile accedere alla Rete praticamente ovunque, rendendo quindi l’accesso alle informazioni e il loro inserimento disponibile in qualunque momento. Anche l’accessibilità della Rete, oltre ad altri fattori, ha contribuito allo sviluppo dei social network, diventati oramai uno dei più diffusi modi per tenersi in contatto.

Proprio i social network sono stati spesso criticati perché metterebbero a rischio la nostra privacy e le nostre informazioni sensibili. Internet è uno strumento e come tale va utilizzato in maniera adeguata. Nel caso dei social network è possibile scegliere quali informazioni condividere, sta all’utente fare le scelte migliori per preservare la propria riservatezza.

Inoltre spesso, specialmente in TV, il web è stato demonizzato e indicato come un luogo pericoloso e da evitare. In realtà esistono “luoghi pericolosi” nella Rete, ma ciò deriva dalla sua natura: essa è fatta dalle persone ed è libera, perciò è specchio del mondo reale. Deve essere l’utente a porre attenzione ad evitare siti poco raccomandabili, così come si fa nella realtà.

In conclusione Internet presenta, come ogni cosa, aspetti negativi e positivi. Poiché quelli negativi sono evitabili con semplici accorgimenti e quelli positivi rappresentano una grande innovazione, il web è destinato in futuro a diventare il mezzo di comunicazione più diffuso.

621 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena