CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

(Tirone torna dal bagno eresta in piedi...)

PROF. NANI: Dove sei seduto tu?

TIRONE: In bagn... Ehm... Laggiù!


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
Test d'accesso a misura di raccomandato
Andrea Dujmovic | 16 agosto 2010 alle 09:14:05

È terminato da pochi giorni il periodo dei test d’ammissione a tutte le università italiane per selezionare le nuove matricole. E come al solito non sono mancate le polemiche vista la “stravaganza” dei quesiti utilizzati per la selezione e la loro scarsa attinenza con il percorso di studi da intraprendere. Questa volta al centro delle polemiche sono finiti i pochi posti a disposizione per un numero sempre più alto d’aspiranti universitari. Anche per quest’anno i posti disponibili per le facoltà, programmate a livello nazionale non sono bastati ad accontentare tutti.

Il Ministero ha stabilito per ogni corso di laurea un limite massimo di studenti iscrivibili al primo anno d’università. 28 mila i posti disponibili per il 2006-2007, a fronte di 250 mila candidati con un aumento di circa l’8% rispetto l’anno scorso, e una quota d’ammissione che supera l’11% del totale. Se i candidati continueranno ad aumentare d’anno in anno, si dovrà trovare una soluzione valida per accogliere negli atenei il più gran numero possibile d’aspiranti universitari. Le domande sottoposte ai candidati sono state da molti definite: “a misura di raccomandato". In alcune università erano propinate domande che non centravano con l’argomento di base di quell’ateneo, per esempio, alla facoltà di Veterinaria era chiesto: Qual è la rotta più breve per raggiungere il Corno D’africa partendo da Genova via mare, oppure all’università d’Odontoiatria veniva chiesto chi è l’inventore del pupazzetto televisivo Topo Gigio. Le proteste dei genitori e degli studenti hanno trovato inaspettati alleati nella lotta contro i test d’accesso, anche nei docenti e nei presidi di facoltà, che non hanno potuto, però, invalidare le prove o rimandarle. Professori e presidi sono concordi nel ritenere assurde le domande dei test.

Non sono sicuramente domande da porre a ragazzi che hanno speso lungo tempo a preparare un esame così importante nella carriera scolastica, ma soprattutto nella loro vita. Immaginate la delusione per non aver potuto superare il test d’accesso all’ università, tanto sognata, solo perché non si conosceva il nome dell’inventore di Topo Gigio. Riflettendo si può capire che si tratta di una presa in giro nei confronti dei ragazzi che si sono impegnati, ma d’altra parte si notano facilmente le agevolazioni per i raccomandati. E per quanto riguarda l’aumento dei candidati, penso che sia il Ministero a dover trovare una soluzione accettabile per dare un’opportunità ad un numero maggiore di studenti.

Le soluzioni per calmare la crisi sono molte, per esempio, trovare un’alternativa al classico test di ammissione, come una selezione diretta in base al voto di uscita dall’esame di maturità e in base alle medie di fine anno acquisite durante gli anni trascorsi nelle scuole superiori da non sottovalutare il curriculum scolastico dei ragazzi. I fattori su cui basare la selezione non mancano. L’importante è trovare un’agevolazione dal ministero e aumentare il numero di partecipanti ad ogni singolo ateneo.

529 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena