CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

BELLONOTTO: Prof, può farmi un sunto di quello che ha spiegato ieri?

PIVARI: Cos’è un sunto?

PROF. D'AMICO: Un sunto è un riassunto...

PIVARI: Io pensavo che il sunto fosse un riassunto più corto...

DUJMOVIC: Sarebbe un suntino...


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
Non lasciamo morire la risata
10 anni fa usciva l’ultimo cuore e gli italiani ridevano
Matteo Gibbone | 16 agosto 2010 alle 13:20:43

Era il 4 febbraio 1991; con una guerra appena esplosa nel Golfo, con un’Italia governata da un pentapartito con alla guida Andreotti, seguito al Quirinale da Cossiga, Forlani segretario della D.C e Bettino Craxi, forse l’uomo più potente d’Italia; quando prendevavita un progetto che avrebbe portato bufere e risate tra gli italiani. In quel periodo di crisi mondiale, ma soprattutto interna, nasceva l’inserto all’ “Unità”, dalle 8 paginette verdi, chiamato con quel nome falsamente innocente: Cuore.

Cuore era la rivista per chi voleva ridere dei politici italiani e delle vicende nel mondo, anche se da ridere c’era ben poco; con un’ironia e una satira ferocissima, i vari Peterlini, Aloi, Robecchi e molti altri, “rubati” al giornalismo serio, bersagliarono i politici con articoli imbevuti di perfidia e di una punta di cinismo, per più di 5 anni. Uno dei bersagli preferiti dei cecchini di Cuore fu Bettino Craxi, e nemmeno le vignette venivano risparmiate, famose erano quello di Disegni e Caviglia, che colpivano una settimana sì e una no. Cuore aveva preso il posto di Tango, anch’esso inserto dell’Unità, quindi chi voleva leggere Cuore doveva comprare l’Unità, giornale legato al PCI. Ciò nonostante, quando il PCI venne indagato nella mega inchiesta Mani Pulite, Cuore non rimase a guardare e uscì con un articolo intitolato “Comunisti, il partito dalle manette pulite”. La satira e l’ironia la facevano da padroni in questo piccolo inserto che divenne poi un vero e proprio giornale indipendente; era una grande sfida per una rivista del genere, affrontando a viso aperto tutte le edicole e tutti i lettori. Il successo fu ancora maggiore e si arrivò a vendere 170 mila copie in un anno. Gli italiani ridevano, Cuore riusciva a strappare un sorriso anche sulle vicende più tragiche avvenute durante la Guerra del Golfo. Indimenticabile un corsivo di Michele Serra, allora direttore, che scrisse: “ Secondo un dispaccio dell’agenzia jugoslava Tanjug, ieri si è verificato un grave atto di terrorismo: un serbo ha sparato a un croato, un croato ha strozzato un montenegrino, un montenegrino ha decapitato uno sloveno, uno sloveno ha investito un macedone, un macedone ha avvelenato un albanese, un albanese ha freddato un murducco e un murducco ha soppresso un vailingo. L’inchiesta è stata affidata a un interprete simultaneo”. E gli italiani ridevanoURidere. Cosa che è stata quasi abolita sui quotidiani di oggi. Vari sono i motivi per cui non si riesce più a fare satira come una volta; ne elenco solo alcuni: la concorrenza della TV, minimo sforzo e massimo profitto. Il disinteresse dei giovani per la politica di adesso; la mediocrita dei politici: crisi politica è per forza di cose crisi della satira. E della risata. Ci vogliono più risate e Cuore in questo era una fonte indispensabile; è stato un giornale che noi tutti dovremmo leggere per aprire gli occhi e conoscere ciò che è successo, ciò che è stato e come è stato raccontato, magari ridendoci sopra. A 10 anni dalla scomparsa di Cuore sarebbe bello poter di nuovo assegnare a qualcuno il titolo di Turbominchia, ambito traguardo che gli autori riservavano solo a pochi eletti, scelti tra milioni di italiani.

563 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena