CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

(Si sta parlando di oroscopi...)

PROF. CALZONA: Se io dico: "oggi tu non morirai" probabilmente ci azzecco!

GROSSO: Prof, se oggi muoio poi la vengo a cercare!


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
Anche una bistecca fa male alla Terra!
Matteo Cristiani | 19 agosto 2010 alle 15:11:49

La terra è ammalata e noi siamo i diretti responsabili; è già un po’ di tempo che gli scienziati fanno presente il pericolo dei cambiamenti climatici, che comporta l’effetto serra, con innalzamenti del livello del mare, ritiro dei ghiacciai e potenziamento dei fenomeni atmosferici. Per effetto serra si intende un effetto assolutamente naturale che si verifica nell’atmosfera terrestre e, più marcatamente, nelle serre agricole (da qui il suo nome): i gas presenti nell’atmosfera intrappolano il calore irradiato dalla terra impedendone la dispersione nello spazio esterno, proprio come il vetro di una serra intrappola il calore. Fra i gas serra ricordiamo l’anidride carbonica, al primo posto per quantità, seguono il biossido di carbonio, il metano ed i fluorocarburi e il protossido di azoto. Udite, udite, il principale responsabile di questo inquinamento lo usiamo come nutrimento, e si trova nel nostro piatto: una “bella bistecca”. Non dobbiamo sottovalutare tale aspetto perché, secondo un rapporto FAO, l’industria zootecnica produce il 18 per cento dei gas serra, più ancora di quelli prodotti dai trasporti: i bovini, producono solo il 9 per cento dell’anidride carbonica derivante dalle attività umane, ma generano "Il 65 per cento delle emissioni di protossido di azoto, un gas che contribuisce al riscaldamento terrestre quasi trecento volte di più del biossido di carbonio, provenienti in gran parte del letame. O il 37 per cento del metano, che ha un effetto 23 volte superiore a quello dell’anidride carbonica come fattore di riscaldamento del globo" (Jeremy Rifkin).

Con la richiesta di carne che aumenta, secondo la FAO la produzione di carne raddoppierà entro il 2050, vengono abbattute intere foreste per far posto ai pascoli; molte terre coltivabili vengono usate per produrre cereali per gli animali e non per l’uomo; le acque dolci sono spesso contaminate dai rifiuti animali e dai pesticidi: il bestiame sta letteralmente divorando l’intera biosfera, con effetti evidentemente catastrofici. Questa nostra overdose di carne, con il passare del tempo, sta innalzando la temperatura terrestre che a sua volta favorisce l’estensione delle zone aride e lo scioglimento dei ghiacciai che alzerà il livello del mare e comporterà sconvolgimenti climatici di grande portata. Ma cosa possiamo fare per limitare e ridurre l’effetto serra ed evitare che la terra si ribelli ai nostri vizi?

Di certo dobbiamo ridurre l’uso dei combustibili fossili, sia nella produzione di energia che per le automobili, sfruttando sorgenti rinnovabili, (solare, eolico, elettrico e geotermico) in sostituzione del petrolio. Dovremmo inoltre ridurre la deforestazione perché le piante, grazie alla fotosintesi clorofilliana, assorbono e distruggono anidride carbonica tanto dannosa per la nostra terra. Ma se è vero come afferma J.R., che "l’inefficienza e lo spreco derivanti da una dieta a base di carne sono molto peggio degli analoghi inconvenienti dovuti all’uso di automobili che bruciano una gran quantità di carburante", appurato che l’allevamento del bestiame è responsabile dell’effetto serra assai più del traffico cittadino, perché allora i mass media e i governi non lanciano campagne per ridurre il nostro superconsumo di carne come già si sta cercando di ridurre la nostra tendenza all’uso di automobili che sperperano benzina?. Allora, vai con il piacere della fiorentina (Siena, gita scolastica 2007), ma che sia l’eccezione e non la norma.

519 visualizzazioni | 0 commenti | |

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena