CONTATTI | INFORMAZIONI | DIVENTARE SOCI | SOSTENERE L'ASSOCIAZIONE  
   
[ Giornale 09 gennaio 2014  Disponibile la XXXIII Edizione! PeggioRedazione 03 maggio 2013  Farò del mio peggio News vince il primo premio al "Giornalista per un giorno" Giornale 08 aprile 2013  Disponibile la XXXI Edizione Giornale 24 dicembre 2012  Disponibile la XXIX Edizione Giornale 05 novembre 2012  Disponibile l'edizione XXVIII del "Farò del mio peggio News"! PeggioRedazione 01 novembre 2012  Aggiornata la redazione del giornalino! Giornale 15 giugno 2012  Disponibili l'Edizione XXVI e XXVII del Farò del mio peggio News ]
  HOME | EDIZIONI | REDAZIONE | STORIA | DOCUMENTI | ARTICOLI | CAVOLATE | WEBTV |GALLERIA | LINK | RASSEGNA  
odg

Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione

 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Vincitore Nazionale IV-V-VI-VII-VIII-IX-X Edizione
Primo Premio Nazionale X Edizione
alboscuole
Edizioni
E' on-line il
34^ Numero!!! 34Numero
» Vai alle Edizioni
login
Login

User:

Password:



Password dimenticata?
Vuoi diventare socio?

webtv
Web-Tv
Eventi previsti:
Nessun evento previsto

yt Canale YouTube della Redazione
 
» Vai alla Web-Tv
fb
Facebook
rss
Puoi sottoscrivere i nostri Feed RSS cliccando qui oppure puoi riceverli via e-mail:

cavolate
Cavolate

(Si sta lavorando nei vari sistemi di numerazione...)

PROF. NODRINI: prima lavorando in codice binario ho visto dei 2... Sarà il vostro voto se compare una cifra del genere nella verifica...


» Vai alle Cavolate
Animali|Ambiente|Attualità|Costituzione|Diritti|Editoriali|Informazione|Interviste|Musica
PeggioRedazione|Politica|Racconti|Recensioni|Religione|Rubriche|Satira|Scienza
Scuola|Società e Costume|Storia|Sport|Tecnologia e Rete|TV e Media|Varie|
 
Orazio e il cannocchiale di Galileo
Antonio Molinari | 19 agosto 2010 alle 15:54:29

Molte scuole portano il nome di personaggi illustri per onorare non solo la loro persona, ma anche il contributo che essi hanno dato alla scienza, all’arte o anche per ricordarne il sacrificio per la libertà di pensiero. Noi frequentiamo un liceo scientifico che porta il nome di Orazio Grassi. Forse alcuni non lo sanno ma in tutta Italia ci sono solo due licei scientifici che portano questo nome. Chi era costui? Era un Savonese, matematico e architetto gesuita vissuto fra il 1583 e il 1654, quindi proprio nell’epoca della rivoluzione scientifica (1543- 1687). Viene subito da pensare che anche lui come i suoi coetanei abbia contributo in maniera rilevante al progresso di quell’epoca, giusto? Ebbene questo non risulta a verità.

Come molti scienziati dell’epoca, Grassi era un sostenitore del sistema tolemaico (o geocentrico), ma questo non sarebbe un problema se, come tutti gli scienziati pronti al progresso, avesse avuto lo spirito e le capacità di guardare con i propri occhi le realtà fisiche e di ammettere i propri errori. Grassi, in polemica con Galilei a proposito di comete e teorie eliocentriche, non guardò mai nel cannocchiale del rivale, perfezionato per osservare gli astri, perché riteneva che quell’oggetto fosse un gioco per bambini nemmeno provò a constatare con i propri occhi le realtà fisiche del mondo che lo circondava. Penso che per potersi definire scienziato un individuo debba essere sempre pronto ai cambiamenti e, soprattutto, essere in grado di mettere in gioco tutte le sue idee e convinzioni perché infondo se sono vere, non ha nulla di cui temere.

Perché associare il nome di un liceo scientifico, che è rivolto al futuro e all’innovazione, con quello di una persona bloccata nelle sue idee e nel passato? Non dovremmo anche noi guardare al futuro e poter onorare una persona che ha veramente contribuito al progresso della scienza invece di ostacolarla?

578 visualizzazioni | 1 commenti | |
Alberto Righi
17 giugno 2015 alle 09:23:57
Ti consiglio di approfondire su Orazio Grassi, fu un eccellente architetto un ottimo matematico e nelle questione delle comete aveva più ragione di Galileo. Certo in difetto sul metodo scientifico rispetto al Galilei, ma ė giusto fargliene una colpa quando il metodo scientifico ancora non esisteva ?

Aggiungi un commento:
Nome
Cognome

Leave this empty:

 

www.farodelmiopeggio.it - Sito web realizzato da Roberto Palermo - Grafica di Andrea Quinci, in collaborazione con Simone Massardo - Testata di Gianluca Morena